dott. Luca Gatto - Responsabile Gf Associati srlPubblichiamo un articolo di un giornale locale distribuito a giugno 2016 ove il dott. Gatto spiega come con un’equipe di esperti è riuscito ad aiutare da gennaio 2016 ad oggi più di 100 famiglie a liberarsi dai debiti.

La crisi come è noto ha messo in ginocchio migliaia di cittadini e imprenditori che, impossibilitati a pagare il proprio debito, hanno in qualche caso, deciso di farla finita. Qualcuno li ha definiti morti di Stato, dal momento che per molto tempo la politica è rimasta a guardare. Oggi, tuttavia qualcosa sembra cambiare, una legge infatti permette di avvicinare creditori e debitori, ed evitare che gli insolventi compiano il gesto estremo.
La norma in questione si chiama Legge 3/2012 ed ha il merito di aver offerto una via di uscita a quei cittadini che non riescono a far fronte ai propri debiti verso il sistema bancario, verso Equitalia ed in generale verso i propri creditori.
Fino a qualche tempo fa la via di uscita era riservata solo a quei soggetti, come le imprese di certe dimensioni, che potevano e possono avvalersi della legge fallimentare, dichiarare il fallimento e ricominciare da capo.
Con questa nuova legge il legislatore italiano si è adeguato agli altri paesi dell’Unione Europea, garantendo a tutti i cittadini la possibilità di riacquistare un ruolo attivo nell’economia, senza restare schiacciati dal carico di un debito insostenibile.
Attraverso figure come il Giudice e un esperto contabile il cittadino può proporre un piano di ristrutturazione e vedersi cancellata quella parte dei debiti che risulti essere insostenibile
Naturalmente viene presentato un piano ai creditori i quali, anche se chiamati ad esprimersi, rischiano di essere pagati molto meno rispetto all’ammontare del loro credito.
Viene da chiedersi dunque perché dovrebbero accettare le proposte dell’esperto contabile.
La risposta potremmo riassumerla con il principio “meglio poco che niente”.
Del resto le prospettive di recuperare il credito non sono buone neppure li dove vi siano garanzie su immobili, basti pensare all’esito, quasi sempre insoddisfacente delle vendite di immobili all’asta.
Non dimentichiamoci inoltre che il cittadino sovraindebitato quasi sempre compare nei registri del sistema bancario come cattivo pagatore, con inevitabili ripercussioni sulla sua possibilità di accesso al credito.
Il dott. Luca Gatto, presidente di GF Associati commenta così la norma: “In questa situazione i debitori hanno finalmente uno strumento liberatorio per ottenere una esdebitazione completa. Un percorso che risulta finalmente ancorato a parametri oggettivi rimessi alla valutazione di un giudice terzo e imparziale”. “Con GF Associati stiamo cercando di fare la nostra parte”! “Attraverso una rete di commercialisti e avvocati esperti in diritto bancario e fallimentare ci poniamo come obiettivo quello di accompagnare il cliente attraverso le fasi previste dalla procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento, da una prima fase istruttoria, fino alla procedura dinnanzi al Tribunale”.
Tutto ciò, conclude il dott. Gatto, rappresenta un’occasione imperdibile di ritornare ad essere protagonisti della propria vita, un “tocca sana” per quei cittadini che hanno vissuto l’oppressione dai debiti e che oggi possono finalmente guardare al futuro.

 

GF ASSOCIATI
Via Monte Grappa, 11/2
31044 Montebelluna (TV)
Tel. 0423.604347
Fax. 0423.606607
info@gfconsulenze.it